Quanti sono i ponti di Londra? Rispondere a questa domanda non è facile, probabilmente neanche un londinese ne sarebbe in grado. C’è qualcosa di meraviglioso nel passeggiare lungo il Tamigi e vedere tutti questi ponti che uniscono le due metà di Londra. Alcuni, poi, sono unici e particolari. Quel pomeriggio, il giorno del nostro arrivo, avevamo deciso di fare un piccolo tour sul fiume, andando a visitare due dei più bei ponti di Londra: il Millenium ed il Tower Bridge. Comprendendo inevitabilmente anche la Cattedrale di St.Paul e la Torre di Londra, visto la vicinanza ai ponti.

La cattedrale di St.Paul

Il nostro piccolo itinerario partiva proprio da qui, dalla celebre ed incantevole chiesa di St.Paul. Ci dirigiamo, quindi, verso la metropolitana. Più precisamente sulla Central line, che ci porterà alla fermata St.Paul.

La cupole della cattedrale di St.Paul

La cupole della cattedrale di St. Paul

La prima cosa di cui si rimane affascinati non appena si apre la vista sulla cattedrale è la grande cupola centrale. Visibile anche da altre zone di Londra, essa è stata ispirata nel progetto dalla Basilica di San Pietro a Roma. Considerata tra le più maestose cupole al mondo, la sua croce in punta arriva a toccare 108 metri di altezza.

La facciata principale, così come tutta la struttura, è imponente. Capolavoro dell’architetto Christopher Wren che regala alla città un’attrattiva senza eguali. Chiesa anglicana dallo stile Barocco Inglese ha subito varie rielaborazioni nel suo progetto originario per arrivare al risultato finale.

Al suo interno contiene una vastissima collezione di mosaici veneziani e britannici, le cappelle di tre ordini cavallereschi, famose opere d’arte, monumenti funebri e tombe di alcuni personaggi di spicco della società britannica.

Si rimane colpiti da questa struttura. Il tempo nella piazza su cui si affaccia passava velocemente. Contemplazione ed ammirazione erano le uniche cose che mi riuscivano in quei momenti.

Uno dei ponti di Londra: il Millenium Bridge

Imboccando una via a fianco la cattedrale si arriva in neanche 5 minuti sulla riva del Tamigi. Qui bisogna aprire una piccola parentesi, sopratutto per i fan di un certo maghetto con la cicatrice sulla fronte. Si, parlo proprio di Harry Potter. Se avete mai visto il sesto film “Harry Potter e il principe mezzosangue”, durante la fuga iniziale dai mangiamorte viene distrutto uno dei ponti di Londra. Esatto, quello era proprio il ponte che ci attendeva una volta arrivati al fiume, il Millenium Bridge.

Con la sua particolare struttura fu il primo ponte pedonale ad attraversare il Tamigi da quando fu costruito il Tower Bridge. Aperto al pubblico il 10 Giugno del 2000 venne chiuso immediatamente 2 giorni dopo a causa di forti oscillazioni causate dalla massa di persone che lo attraversavano. Dopo un periodo di studi venne trovata la soluzione al problema e riaprì definitivamente a fine Gennaio 2002.

Personalmente sono infatuato di questo ponte, e non perchè sono un fan di Harry Potter. Penso che sia una struttura simbolica, nel bene o nel male. Che ti piaccia o meno tornato a casa ti ricorderai sicuramente quale fosse il Millenium Bridge. Questa credo sia la sua caratteristica principale.

Il Millenium Bridge con sullo sfondo la cupola di St.Paul

Il Millenium Bridge con sullo sfondo la cupola di St.Paul

Dopo aver attraversato il ponte rimaniamo un po ad ammirare alcune strutture di fama internazionale presenti sulla riva di Bankside. Una su tutte il Globe Theatre, teatro famoso al mondo per avervi ospitato la compagnia di William Shakespeare. Nelle immediate vicinanze troviamo la Bankside Gallery, importante galleria d’arte. Infine il Tate Modern, uno dei musei d’arte moderna più visitato al mondo.

Superato questo complesso artistico era tempo di continuare con il nostro itinerario, che prevedeva una passeggiata fino al Tower Bridge. Adesso, chi è mai stato a Londra si renderà conto del mio piccolo errore di valutazione nel credere di coprire questa distanza a piedi. Dopo aver scorto in lontananza il Tower e aver capito che ci sarebbe costato molto tempo e tanta fatica, ci dirigiamo verso la metropolitana.

La Torre di Londra ed il Tower Bridge

Scesi alla fermata di Tower Hill, ciò che si apre immediatamente ai nostri occhi è la Torre di Londra. Questo storico castello si trova sulla riva del Tamigi e venne fondato nel 1066. Nel corso della sua storia subì svariati assedi ed il suo controllo è da sempre nodo cruciale per il controllo del paese. Divenuta ormai da anni una delle principali attrazioni turistiche della città, è possibile entrare per una visita più approfondita.

La torre di Londra

La torre di Londra

Purtroppo il nostro tempo era limitato, così proseguiamo fino al fiume e finalmente lo vediamo. Uno dei ponti di Londra più famosi, se non il più famoso: il Tower Bridge. Credo che questo ponte non abbia bisogno di spiegazioni.

L'interno del Tower Bridge

L’interno del Tower Bridge

Tutti lo conoscono o l’hanno visto almeno una volta. E’ un ponte mobile dalla costruzione antica, utilizzato un tempo per rinchiudere e giustiziare i prigionieri. La particolarità di questo ponte sta nella presenza di due torri che lo rendono di meraviglioso impatto visivo.

Film e video musicali lo scelgono come location, la vista combinata del Tower Bridge e della Torre di Londra è una gemma dell’intera nazione. E’ sicuramente un “must” di tutti i viaggi londinesi. Altrimenti un senso di mancanza vi attanaglierà. La particolare atmosfera che si vive nei pressi di quel ponte ve la porterete dietro per sempre nel vostro bagaglio dei ricordi.

Il tower Bridge e gli immancabili selfie

Il tower Bridge e gli immancabili selfie

Come tutte le cose belle non volevamo che finisse. Ma iniziava a calare il sole ed a salire la fame. Siamo dunque arrivati alla conclusione di questo piccolo tour tra i due ponti di Londra a mio avviso più belli. In programma avevamo altri luoghi da visitare e giri ben studiati. Giri che scoprirete nei prossimi articoli.